Stampa

Rate da dilazione dei ruoli dentro la sospensione

Scritto da Studio Teora on .

Ieri Agenzia delle Entrate-Riscossione ha pubblicato, sul proprio sito internet, alcune FAQ sulla sospensione delle cartelle di pagamento prevista dall’art. 68 del DL 17 marzo 2020 n. 18.
Più che di sospensione, sembra corretto, tuttavia, parlare di proroga: infatti, per le cartelle di pagamento il cui termine di pagamento scade tra l’8 marzo 2020 e il 31 maggio 2020, i pagamenti vanno eseguiti, in unica soluzione, entro il 30 giugno 2020.

Stampa

Domanda per l’indennità di 600 euro disponibile entro fine marzo

Scritto da Studio Teora on .

Gli artt. 27282930 e 38 del DL 18/2020 (c.d. “Cura Italia”) riconoscono un’indennità, non imponibile ai fini IRPEF, pari a 600 euro a determinate categorie di soggetti, sia esercenti attività economiche in forma autonoma, sia lavoratori parasubordinati e subordinati.
L’indennità è riconosciuta per il solo mese di marzo 2020, ma potrebbe essere riconosciuta per ulteriori periodi, in relazione al prolungarsi dell’emergenza sanitaria, naturalmente con un ulteriore provvedimento ad hoc.

Stampa

Credito d’imposta per l’affitto di botteghe e negozi

Scritto da Studio Teora on .

L’agevolazione spetta solo per gli immobili rientranti nella categoria catastale C/1

 L’art. 65 del DL 18/2020 ha introdotto una specifica agevolazione per le “botteghe e negozi” colpiti dall’emergenza coronavirus in quanto costretti alla chiusura dal DPCM dell’11 marzo 2020.

A tali soggetti esercenti attività d’impresa è riconosciuto un credito d’imposta pari al 60% dell’ammontare del canone di locazione relativo al mese di marzo 2020 limitatamente agli immobili rientranti nella categoria catastale C/1.

Stampa

Niente “click day” per la richiesta delle indennità

Scritto da Studio Teora on .

Il Governo smentisce il Presidente dell’INPS, chiarendo che le risorse basteranno per tutti i beneficiari

 Dopo le reazioni indignate piovute nella giornata di ieri, il Governo si è affrettato a smentire l’ipotesi “click day” per la richiesta delle indennità di 600 euro prevista dal decreto “Cura Italia” a favore dei lavoratori autonomi. “Non mi sembra un criterio che sta in piedi, non possiamo fare a chi prima arriva prima alloggia”, ha spiegato il Sottosegretario all’Economia Pierpaolo Baretta, aggiungendo che la comunicazione fatta dall’INPS non riflette una decisione del Governo.