• Consulenza fiscale e tributaria
  • Consulenza del lavoro
  • Finanziamenti e agevolazioni
  • Consulenza societaria

Lavoro. Buste paghe stop al pagamento in contanti.

Stop alla busta paga in contanti. Dal primo luglio scatta l'obbligo della tracciabilità dello stipendio previsto dalla legge di Bilancio, fatti salvi i rapporti di lavoro con la Pubblica amministrazione e i lavoratori domestici come colf, baby sitter o badanti. Le retribuzioni andranno corrisposte via bonifico, strumenti di pagamento elettronico, pagamenti in contanti allo sportello o assegni, pena sanzioni da 1.000 a 5.000 euro.

La misura, pensata per prevenire abusi e truffe, vale anche per i co.co.co. e tutte le forme di contratto delle cooperative con i propri soci, oltre ai compensi per gli stage. La norma precisa inoltre il concetto che la sola firma della busta paga da parte del lavoratore non costituisce più prova del pagamento dello stipendio.

Le sanzioni per i trasgressori sono comprese tra i 1.000 e i 5.000 euro, riducibili di un terzo se pagate entro due mesi dalla contestazione. Già fissate, da parte dell’Ispettorato del lavoro, le modalità di contestazione della violazione della tracciabilità del pagamento.

Pin It

Diritto camerale 2018.

Il prossimo 2 luglio scade il termine entro il quale effettuare  il versamento dei diritto annuale dovuto  alla Camera di Commercio per l'anno 2018.

Il diritto annuale  da versare con F24  è dovuto da tutte  le aziende iscritte nel Registro imprese o annotate nel REA.

 

Pin It

18 giugno scadenza per Imu e Tasi

Tra pochi giorni, il 18 giugno, ci sarà l’acconto Imu-Tasi e oltre alle regole generali, valide per la maggior parte, sono previste anche numerose eccezioni.

Sia per l’Imu sia per la Tasi non c’è nulla da versare per chi possiede un’abitazione principale, a meno che non sia una casa di lusso, classificata al catasto come A/1, A/8, A/9. Nel caso in cui fosse una casa di lusso, si applica la quota decisa dal Comune, oltre alla detrazione fissa di 200 euro o più.

L’abitazione principale è l’immobile, iscrivibile nel catasto come unità immobiliare, nel quale chi possiede la casa abita abitualmente e risiedono, anche per l’anagrafe. Nel caso in cui i componenti del nucleo familiare abbiano la dimora abituale e la residenza anagrafica in immobili differenti sullo stesso territorio comunale, le agevolazioni per la prima casa si applicano per uno solo dei due immobili.

Pin It